Quando si tratta di voler risparmiare in casa, l’attenzione di tutti è da sempre rivolta alla bolletta dell’energia elettrica o del gas. Sono queste infatti le due uscite economiche che gravano per una percentuale maggiore sul bilancio famigliare. In quasi tutti i casi per ovviare ai costi di riscaldamento della casa, indipendentemente dalla sua metratura, è consigliabile apporre un cappotto termico; il rivestimento principe per tutte le case che tuttavia non sempre può essere utilizzato. Cosa fare in questi casi? Le nuove vernici termoriflettenti rappresentano l’ultima frontiera nella gestione del calore e nella protezione dal freddo per gli ambienti.

Categories:

REFLEX IN

SKU: RFIN
100.00200.00
Pittura termoriflettente per la protezione termica e l’efficienza energetica di ambienti interni.

REFLEX IN è un’innovativa pittura per ambienti interni a base di resine acriliche e speciali cariche micro e nano dimensionate termoriflettenti, progettata per la protezione termica di pareti e soffitti in ambienti interni.

Acquista Ora

Aiuta la casa a riscaldarsi

Il concetto di base è quello di creare una superficie interna alla casa che la aiuti a riscaldarsi. Aumentando tale superficie si potrebbero accrescere le prestazioni di riscaldamento della casa stessa. Perché non utilizzare tutte le pareti quindi, a tale scopo? La pittura termoriflettente per interni infatti punta ad ottenere questo risultato. Bisogna fin da subito chiarire come il concetto di questa nuova tecnologia non sia riferibile ai vecchi sistemi che si limitavano a non far disperdere il calore generato all’interno della casa. Il concetto di isolante termico viene qui abbandonato per lasciar spazio ad un modo di gestire il calore interno diametralmente opposto.

Pitture Termoriflettente e Nanotecnologia: Cosa Vuol Dire?

In questo meccanismo viene in aiuto la nanotecnologia. Grazie alla sua particolare conformazione nanocellulare, la pittura termoriflettente riesce ad aumentare l’efficienza energetica della casa riducendone sensibilmente i consumi in termini di elettricità e gas. La tecnologia termoriflettente è il punto d’arrivo di anni e anni di ricerche che hanno visto nella nanotecnologia la strada giusta per offrire finalmente una soluzione energetica valida. Qui si è voluto modificare la stessa conformazione cellulare della pittura allo scopo di ottenere prestazioni superiori non solo in termini estetici ma anche energetici. Le nano-particelle contenute all’interno della pittura termoriflettente possono ora inglobare i raggi solari che la casa riceve durante il giorno e respingerli quasi fosse uno specchio.

Ridurre le Dispersioni con La Pittura Termo Isolante

In molti casi, per far comprendere meglio quanto siano importanti i vantaggi offerti a livello energetico da questa pittura, la si accomuna ad uno specchio. In questa condizione, infatti, si crea uno strato microscopico sul muro che agisce in modo tale da respingere il calore apportando una riduzione della dispersione di notevole portata. Questo perché in assenza di pittura termoriflettente, il calore attraversa le pareti fino a disperdersi. Su uno strato con pittura termoriflettente, invece, l’energia solare viene riflessa all’interno della casa o della stanza.

Ovviamente lo stesso principio può essere utilizzato d’estate tramite la pittura termoriflettente per esterni evitando il surriscaldamento della casa nei periodi più caldi. In quest’ottica, un’abitazione con pittura termoriflettente utilizzerà meno energia per il riscaldamento degli ambienti andando anche ad impattare in misura minore sul piano dell’inquinamento, ottenendo quindi un miglior posizionamento energetico della casa.

Differenza tra Cappotto Isolante e Pittura Temoriflettente: Ecco Come Scegliere.

Detto questo, si potrebbe arrivare alla conclusione che la nanotecnologia offerta dalla pittura termoriflettente possa ampiamente sostituire l’utilizzo di un cappotto termico. Va precisato in prima istanza che sia la pittura termoriflettente da interni che da esterni, non possono sostituire un sistema a cappotto.

Le prestazioni offerte sono di sensibile aumento della capacità energetica della casa ma più che un’alternativa, questa pittura offre una valida alternativa per la gestione energetica degli ambienti. Le soluzioni che funzionano davvero sono infatti quelle che vedono un’azione combinata tra cappotto termico e pittura termoriflettente.

Oltre a queste situazioni, la nanotecnologia può essere la soluzione in zone dove non è possibile apporre un cappotto termico. Si pensi ad esempio alle residenze storiche che sono per legge soggette a vincoli architettonici. In molti casi diventa complicato apporre uno strato coibentante per le difficili condizioni architettoniche dell’edificio. Ecco perché in determinate situazioni limite, la pittura termoriflettente può essere la risorsa da adoperare.

Pitture nanotecnologiche per interni: le novità Nanocubo 2022

Noi di Nanocubo abbiamo voluto investire nel settore dei materiali termoriflettenti ormai da 10 anni. Abbiamo infatti dedicato i nostri sforzi allo studio e allo sviluppo della nanotecnologia edilizia cercando in ogni occasione la soluzione migliore e soprattutto quella più innovativa. Sotto il profilo del problem solving, la nanotecnologia può offrire svariate soluzioni; le novità sono sviluppate appositamente per ogni situazione specifica. Laddove i materiali tradizionali risultano inefficaci o inefficienti,  Nanocubo e i suoi prodotti per interni rappresentano l’espediente da sempre più efficace sia sul piano energetico che prestazionale. I capisaldi di della nostra azienda si riconoscono nei suoi tratti distintivi quali: qualità, convenienza ed efficienza. Le novità per il 2022 rappresentano l’offerta commerciale di Nanocubo per il settore dell’edilizia con un occhio particolare alle vernici termoriflettenti. Qui spiccano i prodotti di efficienza energetica sia per interni, più indicati per sfruttare i mesi invernali, che le pitture da apporre su facciate esterne per evitare il caldo eccessivo d’estate. La novità di Nanocubo per il 2022 è Reflex In.

Reflex In: La Pittura Termoriflette di Nanocubo per Interni


Questo prodotto è la punta di diamante dell’offerta 2022 di Nanocubo per interni. Come si deduce facilmente dal nome, questo è un composto per interni a base di resina acrilica con cariche termoriflettenti che a differenza delle pitture tradizionali o dei termoisolanti offre una gestione più intelligente del calore e dell’energia termica. Reflex In è in grado di riflettere oltre il 90% del calore ricevuto sia dall’esterno della casa che dall’interno. In questo caso, l’applicazione di uno strato di Reflex In permette alle pareti di ridurre lo scambio termico verso l’esterno attenuando i ponti termici ed evitando così episodi di condensa e muffe.

Degne di nota sono le colorazioni che è possibile ottenere grazie al NCS-Cool Colors, un sistema tintometrico in grado di offrire colori particolarmente vividi e intensi sfruttando i pigmenti IR Riflettenti. Grazie a quest’ultimi infatti il grado di riflessione è maggiore del 90%. Il prodotto ha una resistenza all’abrasione di classe 3.

Analizzando i dati tecnici, con Reflex In si possono ottenere prestazioni superiori date da una maggiore resistenza termica che si attesta su 0,64 m2K/W applicando uno strato da 3 millimetri. La pittura non presenta ulteriori manutenzioni da fare nel tempo in quanto è resistente all’acqua ma traspirante e offre una delicata finitura liscia grazie all’applicazione a pennello.

Attraverso Reflex In si può attuare un vero e proprio riqualificamento energetico di tutta la casa. Questo prodotto può essere applicato su pareti e soffitti sia in muratura che cartongesso.

L’applicazione va fatta su una superficie pulita e priva di residui appartenenti ad altri materiali come siliconi o grassi. Prima di applicare la pittura è consigliabile un primo strato di primer al fine di ottenere un effetto migliore e un rivestimento più sottile ed efficiente. L’applicazione di Reflex In non necessita di pretrattamenti in quanto è un prodotto pronto per essere utilizzato sia denso che diluito con acqua per un 10% massimo.

Come fare il trattamento isolante per le superfici interne?

L’isolamento delle pareti interne è un lavoro che spesso incontra problemi tecnici e logistici. Nel caso in cui si voglia installare un cappotto termico ma gli spazi non lo consentano o nell’ipotesi che esistano vincoli architettonici che impediscano lavori di questo tipo ad esempio. Quando si procede con lavori di ristrutturazione, l’obiettivo principale è, infatti, quello di migliorare la gestione energetica degli ambienti. Il focus, quindi, è rendere la casa maggiormente isolata sia dal freddo che dal caldo pur mantenendo livelli di traspirabilità tali da evitare muffe e condense interne. Nanocubo offre per queste circostanze una soluzione spessa solo 3 millimetri. Le vernici termoriflettenti e i prodotti isolanti targati Nanocubo possono impedire la formazione di muffe e condense tanto ostili da rimuovere ma così facili da incontrare durante una ristrutturazione.

Cappotto Interno: Risolvere I Problemi Di Spazio

Nanocubo affronta il problema del cappotto interno partendo dal primo impedimento, quello dell’ingombro. Qui il montaggio di un cappotto viene sostituito dall’applicazione di un prodotto, Reflex In, che risolve il problema alla base. Tutti gli inconvenienti generati da una coibentazione non all’altezza che crea condensa, dispersione di calore e conseguentemente stanze fredde e umide, sono risolti dallo strato anti-condensa di Reflex In. Grazie alla traspirabilità di questa vernice termoriflettente, si evitano i meccanismi che portano alla formazione di condensa. In questo modo si annullano le conseguenze principali, quali la muffa. Ecco perché Reflex In è consigliato appositamente per ambienti umidi come i bagni o le cantine dove la ventilazione delle stanze non sempre è adeguata al tasso di umidità presente. A livello professionale, questo prodotto viene utilizzato nelle piscine o nelle lavanderie. Qui per diretta conseguenza delle attività svolte si crea un volume di vapore acqueo tale da generare una gran quantità d’umidità e di relativa condensa sulle pareti. Reflex In riesce però a svolgere una totale protezione da questi problemi offrendo al contempo una finitura liscia e opaca molto elegante.

I 3 Passaggi per Isolare Le Pareti Interne

L’isolamento delle pareti avviene per step. Sono tre le lavorazioni che Nanocubo ha studiato per applicare il suo strato isolante e termoriflettente. Si parte dal rasante termoisolante per poi applicare un fondo uniformante che diverrà la base ottimale per la vernice termoriflettente.

  1. L’iniziale rasatura interesserà uno spessore di soli 3 millimetri da effettuare con il termoisolante ThermoCem. Questo materiale riesce in prima battuta ad attutire la conduzione termica e quindi i flussi di calore che attraversano le pareti creando dispersione energetica. Fatto di una combinazione di malta cementizia e nanotecnologia termoisolante, questo rasante attua una riduzione del flusso termico tra le pareti di 0,05/W/mK. I vantaggi rispetto ad altri materiali riguardano la bassa conduttività termica a fronte di una maggior elasticità che impedisce crepe o fessure nel tempo.
  2. Dopo il rasante verrà applicata una finitura con Uniformant L Plus che svolge un’azione consolidante per lo strato inferiore e offre una buona base.
  3. Ora è possibile applicare l’ultimo strato di Reflex In.

Tutti i prodotti pitture termoriflettenti nanotecnologiche  di Nanocubo sono visionabili  in questo sito nella loro sezione dedicata seguente: https://nanocubo.it/categoria-prodotto/nanotecnologie-isolamento-termico/