Ridurre le dispersioni termiche in casa e nei nostri edifici dovrebbe essere il nostro principale obiettivo in inverno per abbattere i consumi energetici. Facciamo di tutto per riscaldare abitazioni e uffici ma poi lasciamo che il calore venga dissipato velocemente attraverso pareti mal isolate. Gli edifici più moderni sono stati progettati e realizzati con una maggiore attenzione alle prestazione energetiche. Tuttavia gran parte del patrimonio abitativo italiano, circa l’85%, è stato costruito prima degli anni ’80 ed è carente dal punto di vista dell’isolamento. A queste situazioni è possibile rimediare con interventi, anche non troppo invasivi, che permettono di aumentare la resistenza termica. Scopriamo insieme come ridurre le dispersioni termiche grazie alle nuove soluzioni messe a disposizione dalle nanotecnologie.

Le dispersioni termiche: come si formano

La perdita di temperatura in casa si verifica attraverso tutte le superfici che sono in collegamento con l’esterno. I principali responsabili delle dispersione termiche sono i muri esterni mal isolati. Ben il 40% del caldo viene perso per mezzo della muratura. Mentre in misura minore si disperde passando dalle finestre, dal tetto, dalle porte e dalle porte vetrate. I muri esterni delimitano l’edificio e sono a contatto con l’aria esterna: qui si realizza lo scambio termico. Se le pareti sono mal isolate il calore le attraversa facilmente: in inverno avremmo una rapida perdita di temperatura, in estate ci sarà un veloce riscaldamento degli ambienti interni. Per ridurre le dispersioni termiche il primo intervento da eseguire è quindi sulle facciate e sulle pareti esterne, per aumentare la capacità di trattenere il calore.

Come ridurre le dispersioni termiche con le pitture termoriflettenti

La soluzione più semplice al problema di come ridurre le dispersioni termiche potrebbe essere rappresentato dal cappotto termico. Tuttavia non è sempre possibile eseguire questo tipo di intervento durante una ristrutturazione. In questi casi ci vengono in aiuto le nanotecnologie grazie alle pitture termoriflettenti. Negli edifici vincolati e nei centri storici, l’installazione di un cappotto esterno spesso è impedito dai regolamenti architettonici e condominiali. D’altro canto l’applicazione di un cappotto interno riduce eccessivamente gli spazi interni, a danno dell’abitabilità delle stanze. L’uso, invece, delle pitture termoriflettenti non ha nessuna controindicazione: formano uno spessore di pochi millimetri e sono compatibili con la tutela del decoro degli edifici di pregio.

Categories:

REFLEX OUT 5 lt

SKU: RFOT
148.00296.00
Pittura termoriflettente per facciate per la protezione degli edifici dal surriscaldamento estivo e dalle dispersioni termiche invernali. Colore: bianco. Altri colori personalizzati

Cosa sono le pitture termoriflettenti

Le pitture termoriflettenti sono delle pitture caratterizzate da una speciale formulazione a base di resine silossaniche e nano particelle. Rispetto ai prodotti tradizionali, sono in grado di fornire prestazioni notevolmente superiori, limitando la perdita di temperatura in casa durante l’inverno e rallentando l’aumento di temperatura in estate. Reflex Out, in particolare, è la soluzione messa a punto da Nanocubo per dare una risposta al problema di come ridurre le dispersioni termiche. Il suo utilizzo sulle facciate esterne permette di aumentare la resistenza termica delle murature, portandola as un valore di resistenza termica pari a 0,36 m2K/W. Reflex Out consente di intercettare il calore prodotto dalle fonti di riscaldamento, ne limita la dispersione verso l’esterno e la perdita di temperatura in casa.
Scopri la pittura Reflex Out per ridurre la dispersione termica in casa

TERMOCOVER SC

0.00
Rivestimento a spessore di finitura termoisolante-riflettente per facciate. Colore: bianco. Altri colori personalizzati disponibili su richiesta (tramite sistema codice NCS). Contattateci per

Come ridurre le dispersioni termiche con il rivestimento a spessore termoriflettente

Una soluzione ancora più efficace al problema di come ridurre le dispersioni termiche consiste nell’applicare il rivestimento a spessore / intonachino, usando un prodotto nanotecnologico ad alte prestazioni come TermoCover. Usato sulle facciate e sui muri esterni, forma un rivestimento con straordinarie caratteristiche prestazionali: termoriflettente, traspirante e idrorepellente. TermoCover aumenta la resistenza termica delle murature a 0,99 m2K/W quando viene usato singolarmente. Quando viene impiegato in un ciclo con il fondo uniformante riempitivo Uniformant R+ accresce la resistenza termica di 1,35 m2K/W. Il prodotto è disponibile in tre diverse granulometrie: 1, 1.2 e 1.5 mm. Oltre a limitare la dispersione termica in casa durante l’inverno, Reflex Out e Termocover sono utili anche in estate: diminuiscono il surriscaldamento delle facciate e degli ambienti interni, riducono le isole di calore urbane e permettono di ricorrere con minor frequenza al condizionatore. La finitura è estremamente permeabile al vapore, resiste agli agenti atmosferici e offre una protezione efficace contro alghe e muffe.
Scopri l’intonachino / rivestimento a spessore termoriflettente TermoCover per ridurre la dispersione termica in casa